Da Instagram

20121104-184650.jpg

20121104-184724.jpg

20121104-184740.jpg

20121104-184803.jpg

20121104-184836.jpg

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Da Instagram

20121104-184349.jpg

20121104-184410.jpg

20121104-184421.jpg

20121104-184434.jpg

20121104-184446.jpg

20121104-184458.jpg

20121104-184517.jpg

20121104-184530.jpg

20121104-184544.jpg

20121104-184607.jpg

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Panettoncini al Mango è Tè Nero

Il Post originale lo trovi cliccando qui >>>

 

Ingredienti per sei persone circa ovvero 12 panettoncini. Per questa forma panettonciosa ho adoperato gli stampi in alluminio classici per il babà napoletano: 2, 5 dl di acqua, 3 cucchiai di foglie di tè, 150 grammi di uvetta secca o albicocche secche a secondo dei gusti ( io ho adoperato l’uvetta), 1 mango (io ne ho adoperato uno di 230 grammi già pulito), 170 grammi di farina OO (si potrebbe adoperare anche 80 grammi di farina integrale e 80 di farina OO), 1 bustina di lievito per dolci, 50 grammi di zucchero di canna, 1 uovo, 80 grammi di noci, burro e farina per lo stampo in alluminio.

Fai bollire l’acqua e aggiungi il tè. Lascialo in infusione per almeno 10 minuti e filtralo. Versalo caldo sull’uvetta o sulle albicocche che hai deciso di adoperare per almeno 20-25 minuti dentro una ciotola. La frutta secca si ammorbidirà e cambierà consistenza triplicando di volume. Pela il mango ed elimina il nocciolo. Tagliane la polpa e riducilo a dadini. Sgocciola le albicocche o l’uvetta e strizzale delicatamente tagliandole poi in maniera del tutto grossolana. Setaccia quindi la farina e il lievito in una ciotola e aggiungi lo zucchero di canna e l’uovo mescolando per bene con un cucchiaio di legno. Unisci all’impasto 1 dl di tè in cui hai ammollato le albicocche o l’uvetta versandolo a filo e lavora con una frusta a mano fino a ottenere un composto privo di grumi.

Aggiungi quindi il mango e il trito di albicocche o uvetta e amalgama con cura. Imburra (molto) e infarina gli stampi per panettoncini o in assenza quelli classici per babà e versa il contenuto fino quasi in superficie in modo che formi la deliziosa cupoletta panettonciosa. Metti in forno già caldo a 170 gradi per almeno 45 minuti e controlla con uno stecchino di legno. Quando fuoriuscirà asciutto potrai sfornare i tuoi panettoncini. Prima di sfornarli aspetta che si freddino.

Lascia un commento

Archiviato in Dolce, Fotografia, Frutta, Fusion, Panettone

Cupcake Lime e Zenzero

Il Post originale lo trovi cliccando qui >>>

Per 16 tortine di piccola grandezza e 12 standard: 250 grammi di farina autolievitante, 90 grammi di farina, 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio, 3 cucchiai di zenzero macinato, 1 cucchiaino di cannella in polvere, 1 cucchiaino di spezie miste preferite, 230 grammi di zucchero di canna biologico, 55 grammi di zenzero candito tagliato a pezzettini piccolissimi, 235 grammi di sciroppo d’acero, 100 grammi di burro a pezzetti, 250 ml di latticello, 2 uova leggermente sbattute (se non si ha intenzione di decorare con la pasta di zucchero come nel mio caso si può sempre pensare di fare una glassa di zucchero aromatizzata allo zenzero: 250 grammi di zucchero a velo, 1 cucchiaino di zenzero macinato e 20 grammi di burro ammorbidito cremoso).

Riscaldare il forno a 200 gradi. Setacciare gli ingredienti secchi e le spezie in una ciotola capiente. Unire lo zucchero, zenzero candito e formare una fontana. Mettere in un pentolino lo sciroppo con il burro e mescolare a fuoco medio. Togliere dal fuoco e far raffreddare. Mescolare il composto in una caraffa insieme al latticello e alle uova leggermente sbattute e mescolare insieme agli ingredienti secchi. Incorporare delicatamente fino ad ottenere un composto piuttosto omogeneo. E grumoso. I grumi devono esserci. Sì proprio così.

Distribuire l’impasto nelle formine/pirottini/qualsiasicosavicapitiatiro e infornare

Lascia un commento

Archiviato in Brunch, Cupcake, Dolce, Pasta di zucchero

Biscotti Domino al Cioccolato e Mandarino

Il post originale lo trovi cliccando qui >>>

Ingredienti per 6 persone circa: 200 grammi di cioccolato a pezzetti, 250 grammi di burro a pezzetti, 200 grammi di zucchero di canna, 4 uova, 40 grammi di cacao amaro in polvere setacciato, 150 grammi di farina setacciata, 1/2 cucchiaino di lievito, scorza di 2 mandarini.

Scaldare il forno a 160 gradi. Fondere il cioccolato e il burro in una pentola su fuoco basso e mescolare fin quando il composto risulterà liscio. Fare raffreddare il composto dopo averlo tolto dal fuoco. Mettere in una ciotola lo zucchero, le uova, il cacao setacciato e la farina con lievito. Unire quindi il composto di cioccolato e la scorza di mandarino grattugiata e mescolare bene. Versare infine in uno stampo quadrato o rettangolare (imburrare o sistemare per bene la teglia con la carta da forno). Cuocere per 30 minuti circa controllando con uno stecchino finchè fuoriuscirà asciutto. Lasciare raffreddare e tagliare a quadrotti.

Preparate la glassa con albume e zucchero a velo (sbattere insieme 600 grammi di zucchero a velo e 100 grammi di albume. Vien fuori una quantità esagerata e per questa ricetta ne basta anche meno di un terzo) e ricoprire i quadrotti. Sistemare le gocce di cioccolato sopra la glassa componendo le varie parti del domino.

Lascia un commento

Archiviato in Biscotti, Brunch, Cioccolato, Fotografia

Paccheri con Mandorle, Lime e Broccoli

 

Il post originale lo trovi cliccando qui >>>

Procedimento: Scalda una pentola con del burro e metà della scorza di lime grattugiata (l’altra metà tienila da parte ). Aggiungi l’aglio schiacciato e cuoci per almeno un minuto e mezzo. Unisci i broccoli e lasciali cucinare per 4-5 minuti finchè  saranno teneri ma non troppo molli. In un’altra pentola fai bollire l’acqua salata, aggiungi i paccheri e termina la cottura qualche minuto prima perchè dovrai scolarli e unirli alla pentola dove vi sono i broccoli, il burro e l’aglio. Amalgama bene il tutto aggiungendo un po’ di acqua dei cottura dei paccheri e spruzza il succo di un lime. Aggiusta di pepe e sale, distribuisci prima di servire la scorza di lime grattugiata rimasta e qualche mandorla spellata che se vorrai potrai tostare e salare precedentemente.

1 Commento

Archiviato in Primi Piatti, Veganp, Vegetariano, Verdure

Roastbeef con Chutney di Pera e Cipolla


Il post originale lo trovi cliccando qui >>>

 

Chutney di Pera e cipolla: 750 grammi di pera, 350 grammi di cipolla, 220 grammi di pomodori ( io ho usato i datterini perchè il mio mitico Fruttivendolo li aveva ed erano anche succosi e buoni, santo cielo!), 2 cucchiai abbondanti di uva passa, 1 cucchiaio di zucchero semolato, 1 cucchiaino di sale, 1 presa di chiodi di garofano in polvere, 1/2 cucchiaino scarso di cannella, pepe grattugiato sul momento, 1 cucchiaino di aceto di mele, 1 cucchiaino di cumino, una spolveratina di pepe rosso in polvere.

Sbuccia le pere ed elimina i torsoli. Taglia la polpa a dadini piccoli. Sbuccia le cipolle e affetta sottilmente. Pela quindi i pomodori e tritali. Versa tutte le verdure in una casseruola a fuoco ridottissimo per circa mezzora aggiungando pochissima acqua. Quando si saranno amorbidite aggiungi l’uva passa che sarà stata in ammollo per almeno 15 minudi insieme allo zucchero, il sale, i chiodi di garofano, la cannella, il pepe e l’aceto, il cumino e il peperoncino. Porta a ebollizione a fuoco vivace adesso e rimasta con un cucchiaio di legno accertandoti che lo zucchero si sia completamente sciolto. A questo punto abbassa la fiamma e lascia sobbollire per circa un’ora aggiungendo di tanto in tanto qualche goccina di acqua se necessariio. Mescola il tutto e aspetta che si riduca e addensi il tutto. Versa in vasetti di vetro sterilizzati e pulitissimi e riempili non troppo per poi chiuderli e  conservarli in un luogo fresco e asciutto. E soprattutto al buio.

Si possono attendere due mesi prima di portare in tavola questo chutney in modo che il sapore si acuisca maggiormente e diventi davvero delizioso ma anche servito immediatamente darà grandissime soddisfazioni. Per quanto riguarda la conservazione nel secondo caso ( che è poi il mio) basterà osservare le classiche regole dell’invasettamento.

Dopo averlo aperto conservare assolutamente in frigo e consumare entro quattro giorni ( è sempre un bene quindi non usare barattoli troppo grandi) e prestare molta attenzione durante la riempitura perchè nessun tipo di umidità deve risiedere all’interno del barattolo.

Lascia un commento

Archiviato in Carne, Chutney, Express, Indiano, Salato, Salato con Frutta, Speziato, Veganp, Vegetariano, Verdure

I biscotti con la finestra di vetro fatta di caramelle

Il Post originale lo trovi cliccando qui >>>

Ingredienti per tanti (ma proprio tanti tantissimi) biscotti. I miei sono di proporzioni esageratissime (uno potrebbe bastare per la colazione di due persone) e ne sono venuti fuori circa 24. Nella norma anche una mezza dose potrebbe lasciar contenti tutti ma essendo nel periodo natalizio i biscottini tornano sempre utili e quindi:

560 grammi di farina OO, 400 grammi di burro leggermente salato, 200 grammi di zucchero a velo, 4 tuorli, 1/2 stecca di vaniglia.

Per la finestra: caramelle dure. Quelle che quando le mangi con voracità e nervosismo ti fanno saltare i canini, per intenderci. Io ho usato delle normalissime caramelle alla fragola.

Amalgamare bene tutti gli ingredienti pizzicando un po’ il burro a temperatura ambiente con la farina setacciata insieme allo zucchero a velo e alla vaniglia e i quattro tuorli sino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico. Non essendoci l’esatto peso dei tuorli ( ho dimenticato a pesare, mannaggia, pardon) nel caso servisse un po’ di farina perchè il composto risulta un po’ molliccio non esitare ad aggiungere. Del resto sono dei semplicissimi biscotti da forno frollosi che vanno poi a 180 preriscaldato per 20-25 minuti ma dipende sempre dall’altezza e grandezza. Basterà controllare visivamente .

Per quanto riguarda l’adorabile finestrella? Ecco come fare.

Dopo aver steso la pasta su un piano infarinato e dopo aver smattarellato per bene e scelto le due formine stellose che ci occorreranno, ritagliare tante stelle abbastanza grandi da contenere all’intero una formina stellosa più piccoletta(e le stelline che rimangono? le impappettiamo per bene di nuovo e riformiamo stelle su stelle. Così giusto per dire un’ovvietà).

A metà cottura ( quindi intorno ai 12 minuti di cottura) tirare fuori i biscotti dal forno e riempire la parte vuota stellosa con la polvere di caramelle.

Che cos’è la polvere di caramelle? E qua ti volevo! La polvere di caramelle si ottiene infilando le caramelle in un sacchetto e distruggendole con colpi inauditi di mattarello. Semplice no? Rabbia repressa? Polvere di caramella! Il vicino parcheggia l’auto nel tuo posto? Polvere di caramella! Per qualsiasi antistress affidati alla Polvere di Caramella. Funziona, davvero.

E insomma. Dopo aver riempito con la Polvere di caramella l’interno del biscotto infornare nuovamente e finire la cottura.

PER NESSUN MOTIVO quando sfornerai le stelline dovrai provare a staccarle dalla carta da forno perchè comprometterai il tutto. Le caramelle in quel momento seppur sciolte saranno ancora allo stato liquido. Raffreddandosi formeranno questa graziosissima lastra e tu potrai goderne appieno. Aspetta quindi prima di toglierle dalla teglia altrimenti  la finestra potrebbe frantumarsi in polvere di caramella (oh mi piace troppo scrivere polvere di caramella).

(sì. Sono esaurita)

Lascia un commento

Archiviato in Biscotti, Dolce

Le polpette con i datteri

Il Post originale lo trovi cliccando qui >>>

Un’idea velocissima e sfiziosa! Inserire in un dattero intero o dei piccoli pezzetti in delle classicissime polpettine renderanno tutto davvero particolare e gustoso.

Lascia un commento

Archiviato in Brunch, Carne, Idea Velocissima, Salato, Salato con Frutta, Stuzzichino

Le stelline da appendere all’albero di Natale

Il Post originale lo trovi cliccando qui >>>

Ingredienti per una miriade di stelline ( io ho usato una formina davvero molto piccola e ne sono venuti fuori una quarantina ma sono anche belli doppietti): 250 grammi di farina OO, 100 grammi di zucchero a velo, 200 grammi di burro leggermente salato, 2 tuorli,  essenza di vaniglia o cannella come si preferisce (o anche entrambe chi se ne è importa?!)

A 180 anni preriscaldato per almeno 20 minutini fino a quando non compariranno dorati. L’impasto come da copione è sempre bene farlo riposare almeno 20 minuti in frigo dopo essere stato avvolto nella pellicola.

Lascia un commento

Archiviato in Biscotti, Dolce, Express